Iscrizione alla newsletter: single opt-in vs double opt-in

Se vuoi creare una newsletter con servizi come Mailchimp o GetResponse, quando crei una lista devi scegliere fra single opt-in e double opt-in.

Questo cosa vuol dire?

Nel caso del double opt-in, prima che un utente sia effettivamente registrato alla tua mailing list, deve cliccare sul link di conferma che arriva via email subito dopo la registrazione.

Come inviare file di grandi dimensioni con WeTransfer o Google Drive

Se lavori con il computer prima o poi ti capiterà la necessità di dover inviare uno o più file a colleghi che magari non lavorano nel tuo stesso ufficio.

Quando i file in questione sono pdf di pochi mega byte, nulla di più facile, basta allegarli ad una mail e il gioco è fatto.

Come fare, però, nel momento in cui hai bisogno di trasferire file pesanti? E per pesanti intendo file di diverse centinaia di MB oppure addirittura qualche giga byte.

Mostrare al cliente il sito in locale sul proprio computer (con ngrok)

Se stai realizzando il sito web per un tuo cliente, arriva un momento in cui glielo devi mostrare per avere dei feedback sul lavoro eseguito.

La strada migliore è caricare il sito su un dominio provvisorio di terzo livello affinché possa essere sempre accessibile dal cliente.

In alcuni casi, però, potresti avere la necessità di mostrare il sito ancora quando si trova solo sul tuo computer.

Come creare un virtual host in locale con MAMP

Se sei giunto su questa pagina, voglio dare per scontato che tua sia una persona che realizza siti web.

Quindi, molto probabilmente (se ancora non conosci che cos’è un virtual host), il tuo modo di lavorare si può distinguere in due opzioni:

1. Compri dominio ed hosting per il tuo cliente e ci installi WordPress. Poi scarichi un plugin per la manutenzione in maniera tale che mentre ci lavori nessuno possa vedere i contenuti del sito. Sebbene possa sembrare più immediato, questo non è il modo migliore di lavorare.

100/100 su Pagespeed Insights con il tuo sito WordPress

Come promesso, ecco la guida su come mettere il turbo al proprio sito web ed ottenere il punteggio massimo sul famigerato tool Google Pagespeed Insights.

Ottimizzare il vostro sito migliorerà notevolmente la velocità di caricamento e di conseguenza la user experience. La frequenza di rimbalzo diminuirà e avrete una marcia in più per quanto riguarda la SEO del vostro sito.

Sto sviluppando un tema WordPress super veloce come questo sito.
Iscriviti alla mia newsletter se vuoi essere avvisato non appena sarà pronto!
No, non voglio un sito super veloce!