Tubilaser.com

Restyling / riprogettazione.

Descrizione

Quando un’azienda all’avanguardia, sia dal punto di vista progettuale che tecnologico, si trova ad avere un sito web vecchio di 10 anni, la discrepanza tra l’offline e l’online può causare notevoli danni all’immagine professionale della ditta stessa.

Questo è il caso di tubilaser.com, ma chiunque abbia a cuore le sorti del proprio business dovrebbe porre attenzione a esempi come quello che vi sto riportando. Il rischio che si corre al giorno d’oggi, avendo un sito non in linea con i tempi – o addirittura non possedendone uno – è quello di rinunciare ad un’enorme fetta di introiti derivati dalla diffusione e visibilità che il messaggio relativo alle competenze aziendali può ottenere a livello globale grazie al mezzo di comunicazione che la rete costituisce.

Eppure non è tutto qui: si può arrivare addirittura a far credere ad un possibile cliente che l’azienda abbia chiuso i battenti: ricordiamocelo sempre, un sito web è, a tutti gli effetti, una casa all’interno della quale ospitiamo i nostri clienti: una struttura in rovina, scalcinata, poco accogliente, labirintica e piena di ragnatele o, addirittura, assente, non è certo un buon biglietto da visita per la nostra attività! Chi mai ci vorrebbe entrare o passare del tempo?

Ecco perché sono stato contattato da tubilaser.com allo scopo di allineare il comparto offline con quello digitale. Il cliente si è dimostrato tanto esigente quanto collaborativo: il risultato è stata la realizzazione di un sito web su piattaforma WordPress, attraverso la customizzazione del tema premium Wp Route, su grafica di Filippo Bonaldo.

Filippo è un digital designer che per molti anni ha operato in Inghilterra e che ora è rientrato in Italia per lavorare nell’azienda di famiglia. Anche in questo caso la collaborazione con un professionista del settore si è rivelata fondamentale, oltre a rendere il lavoro molto sereno, soddisfacente e fruttuoso.

Una piccola-grande curiosità: visitate la sezione T-Cal e vi sarà possibile accedere ad uno strumento (sviluppato da me) attraverso cui calcolare il peso di un tubo al m/q discriminando sulla base di alcuni parametri come materiale, sezione, tipologia, spessore etc…

La realizzazione di questo utilissimo tool, vanto e trademark del mio cliente e molto utile anche per chi consulta il sito, è stata complessa e, al contempo, assai stimolante sul piano operativo: non tutti i materiali – infatti – prevedono, sulla base delle stesse scelte, le medesime risposte (il ferro, ad esempio contempla profili ad H o IPE che altri materiali non possiedono).

Ma scopriamo adesso, in sintesi, quali criticità abbiamo affrontato e in che modo le abbiamo risolte:

- Problema

Sito vecchio di una decade, caratterizzato da tecnologie superate; fondamentalmente inutile per l’azienda, se non addirittura dannoso in quanto poteva fornire un’immagine non in linea con l’avanzamento tecnologico di cui la ditta stessa si pregia.

+ Soluzione

Realizzazione ex novo di un sito web su piattaforma WordPress che puntasse a ricollocare le possibilità comunicative online dell’azienda. A questo scopo si è puntato molto sui servizi da essa offerti, così come sulle certificazioni che ne corroborassero l’essere al passo con i tempi.

Un tool (T-Cal) che consentisse all’utente di calcolare il peso del tubo sulla base dell’inserimento di alcuni parametri è stato la ciliegina sulla torta in grado di ristabilire, a livello di immagine online, l’azienda sul giusto gradino dello standard qualitativo e tecnologico che più le si addice.

Usabilità, responsività e efficacia comunicativa sono stati i punti di riferimento attorno ai quali il progetto si è sviluppato.

Vuoi anche tu un sito web come questo? Contattami e parlami del tuo progetto.

Contattami
Sto sviluppando un tema WordPress super veloce come questo sito.
Iscriviti alla mia newsletter se vuoi essere avvisato non appena sarà pronto!
No, non voglio un sito super veloce!